5x1000

Quest’anno festeggiamo i nostri 60 anni! Dona e fai donare il tuo 5×1000!

🎂🎂🎂Quest’anno la nostra scuola festeggia il suo 60° compleanno! Per continuare a offrire a tutti la possibilità di frequentarla e per renderla ancora più bella ti chiediamo un regalo che a te non costa nulla, ma che per noi vale tantissimo: dona e fai donare il tuo 5×1000!!!
Farlo è semplicissimo, basta scrivere il codice fiscale 03171080157 nella sezione dedicata al ‘Sostegno degli Enti del Terzo settore’ nel modulo della dichiarazione dei redditi e firmare!
  • Come donare il 5×1000?

Scopri anche tu il valore di un piccolo gesto!

Basterà scrivere il codice fiscale 03171080157 della Scuola Materna Parrocchiale di Romano Banco Società Cooperativa Sociale, nella sezione dedicata al “Sostegno degli Enti del Terzo settore” nel modulo della dichiarazione dei redditi e apponi la tua firma.

5x1000

 

Hai tempo fino al 30 settembre 2022 (modello 730) o al 30 novembre 2022 (modello ex UNICO)

 

  • Chi può donare il 5×1000?

Tutti i contribuenti possono compilare la dichiarazione dei redditi e destinare il 5×1000 delle proprie imposte a una organizzazione o cooperativa sociale, presentando i modelli: REDDITI (Ex UNICO), CERTIFICAZIONE UNICA, MODELLO 730.

 

  • Non ho l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi: posso donare il 5×1000?

Certo: basta consegnare a una banca o a un ufficio postale la scheda per il 5×1000 contenuta nella Certificazione Unica in busta chiusa. Scarica qui il modello ( https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/4124889/CU_2022_scheda_1_8_5_2+mille.pdf/06e817c4-ef57-9349-7d25-00e7130b6def )

Ricordati di riportare sulla busta la scritta “scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF”, oltre a nome, cognome e codice fiscale del contribuente.

  • Cosa succede se firmo senza indicare il codice fiscale?

Se non viene indicato il codice fiscale le somme saranno ripartite in modo proporzionale in base al numero di preferenze ricevute dalle associazioni appartenenti alla stessa categoria.

 

Buona festa, mamma!

“Tu sei le mie radici
L’inizio della mia storia
I miei ricordi felici
Tu sei la mia memoria

Sei il mio solido tronco
Alto, forte e robusto
Un appoggio se sono stanco
Una guida verso il giusto

Tu sei lunghissimi rami
Verso il cielo rivolti
Ti sento se mi chiami
Se io parlo, tu mi ascolti

Sei albero maestoso
Sei casa e sei riparo
Sei cuore generoso
Sei il tesoro a me più caro.”

Auguri mamma!!!

Stina è la bimba che, in vacanza dal nonno, prova ad affrontare una tempesta da sola…

Oggi abbiamo drammatizzato la storia di Stina, una bimba che, in vacanza dal nonno in una casa sul mare, ha provato ad affrontare una tempesta da sola…Il nonno trovandola impaurita, le ha dato gli strumenti per stare fuori con quel tempaccio : mantella, cappello e stivali e insieme la paura si è trasformata in una bella avventura…ha trovato anche un tesoro portato dal mare: una scatola dove mettere tutti i suoi giochi!

Allora il nonno le ha insegnato che una tempesta non si affronta da soli ma insieme, e con amici fidati.
Le ha poi raccontato la vera storia di Gesù, che trovatosi un giorno sulla barca nel mare in tempesta con gli apostoli, ha calmato le acque, perché Dio può tutto. Da allora gli amici di Gesù si fidarono di Lui e della sua grandezza. Anche noi abbiamo tanti amici, con cui possiamo vincere le nostre paure, tristezze o fatiche: in compagnia con mamma papà , nonni, amici di classe e maestre, ma soprattutto con il nostro più grande Amico Gesù, possiamo affrontare anche le difficoltà e aiutarci a trovare gli strumenti giusti …e poi chissà anche il tesoro preparato per noi!
In Quaresima teniamo nel cuore Stina e il racconto del suo nonno, che regalo meraviglioso ci hanno fatto oggi le maestre!!!!

 

quaresima

Il nostro cammino di Quaresima verso la Resurrezione di Gesù

 

La storia dei tre alberi, che ci ha introdotto al periodo dell’Avvento, ci accompagnerà anche nel percorso della Quaresima e della Pasqua. Vi ricordate? Il primo albero desiderava diventare un forziere che contenesse un inestimabile tesoro, ed è diventato la mangiatoia nella quale Maria ha deposto Gesù appena nato. Il suo desiderio si è compiuto anche se non come lo aveva immaginato. Ora incontreremo gli altri due alberi che desiderano diventare, uno l’albero maestro di una nave importante, l’altro l’albero più alto del mondo che possa invogliare a guardare il cielo. Insieme scopriremo se e come si realizzeranno i loro desideri.

Vi ringraziamo per la generosità dimostrata nel gesto di raccolta proposto le scorse settimane e continuiamo a dedicare la preghiera quotidiana con i bambini per la pace, le varie classi proporranno gesti concreti di vicinanza alle persone colpite dalla guerra.

Ai genitori invece ci permettiamo di segnalare la raccolta fondi di AVSI. ( progetto Emergenza Ucraina.  #HelpUkraine su Avsi.org)

Inoltre ogni mattina alle 9, per i genitori che lo desiderino, c’è la possibilità di fermarsi per una preghiera insieme nel giardino dell’asilo.

Certe che il cammino condiviso rende preziosi i passi dei grandi come dei piccoli,

auguriamo un Buon cammino di Quaresima a tutti

Betty e le maestre

Educare è curare le radici? Ne parliamo con Federica Papetti il 24 marzo

Cari genitori,

vi invitiamo ad un incontro in programma giovedì 24 alle ore 18 con la nostra psicologa dottoressa  Federica Papetti.

Sarà un dialogo per aiutarci nel nostro meraviglioso, ma a volte faticoso, compito educativo. Per rendere questo momento utile e vicino a ciò che stiamo vivendo, potete inviarci le vostre domande all’indirizzo mail elisabetta.galbiati@scuoladonstefanobianchi.org o alle mail delle insegnanti.

In allegato il volantino e di seguito il link per collegarsi tramite piattaforma Teams.

Un caro saluto,

Betty e le maestre

Riunione di Microsoft Teams

Partecipa da computer o app per dispositivi mobili

Fai clic qui per partecipare alla riunione

 

Che sfida le nostre Olimpiadi di carnevale!

Anche i nostri bimbi hanno vinto le loro Olimpiadi invernali! Dopo essersi ‘sfidati’ saltando nei cerchi, rimanendo in equilibrio sulle panche e chi più ne ha più ne metta… tutti in gara ai fornelli!!! Che biscotti squisiti e che forme perfette!

E poi medaglia e podio per tutti!!!

 

Anche noi abbiamo pregato con Papa Francesco per la pace

Anche i nostri bimbi mercoledì 2 marzo, proprio come aveva chiesto Papa Francesco, hanno pregato per la pace in Ucraina unendosi a quel ‘grido’ silenzioso, ma potentissimo, per far cessare la guerra. Subito dopo le maestre e la direttrice hanno consegnato a don Igor, parroco della Comunità ucraina in Italia, tutto il cibo e le medicine raccolte nei giorni precedenti.