I nocciola in gita a Torgnon, che giornata meravigliosa!

Domenica 12 giugno, i nocciola sono stati in gita con le famiglie a Torgnon
“Per educare ci vuole un villaggio “

Mamma Roberta, in una mail inviata alla nostra direttrice Betty, ha raccontato così questa giornata speciale:

Gentile Betty
La nostra classe ha trascorso una bellissima Giornata nell’area pic nic di Torgnon.
Ci siamo dati appuntamento alle 10.30, ci siamo sistemati sui tavoli a disposizione e abbiamo steso alcuni teli sul prato.
Quando tutti sono arrivati abbiamo fatto una caccia al tesoro, dividendoci in tre squadre composte da bambini, fratelli e genitori ( i nonni che sono intervenuti hanno aspettato al rifugio).


La caccia al tesoro consisteva in alcune prove di canto, ballo e attività di ” abilità” fisiche. A completamento della prova la costruzione di un puzzle cartaceo sempre divisi in squadre e la composizione collettiva di una “storia strampalata”.
Dopo la caccia al tesoro abbiamo mangiato insieme e dopo pranzo abbiamo continuato a giocare insieme, prima a bandiera e poi a pallavolo. I bambini hanno goduto pienamente degli splendidi giochi presenti nell’area.
Per tutti è stata una giornata meravigliosa in cui ci siamo divertiti davvero tanto e in cui ci siamo conosciuti e apprezzati profondamente.
Il luogo era incantevole, la giornata splendida anche dal punto di vista meteorologico.


Anche il fatto di avere percorso così “tanta” strada per ritrovarci insieme e stare insieme ha in sé un valore profondo, di scelta, di volontà di esserci, di forte desiderio di condivisione.
Come classe vorremmo dare un importante riconoscimento alle nostre maestre che hanno messo a disposizione il loro tempo e il loro spazio privato, nonostante le difficoltà personali, al fine di trascorrere insieme a noi un tempo prezioso che resterà indimenticabile per noi e per i nostri figli. Siamo assolutamente consapevoli del fatto che una disponibilità così generosa sia tutt’altro che scontata.

 

remigini 2022

Evviva i nostri remigini!

E anche quest’anno è arrivato il mometno di salutare i nostri remigini. Sono stati 3 anni intensi, per certi versi strani e difficili a causa di una pandemia che mai avremmo voluto vivere e che ci ha tolto momenti e occasioni per stare insieme, ma non per questo meno significativi.

Cari remigini l’augurio che vi facciamo è che le vostre radici possano andare in profondità e i vostri rami innalzarsi al cielo”.

Buon cammino!

 

Oggi è venuta a trovarci la gallina Cesarina

Un ospite speciale oggi all’asilo!
Una bambina ha raccontato di avere a casa una gallina di nome “Cesarina”; la voglia di conoscerla era tant e così l’abbiamo invitata in asilo. Il Papà Roozbeh ci ha raccontato che la gallina se trattata con cura è un animale che aiuta l’uomo, perché fa le uova, che sono nuova vita per il pulcino e per la frittata!
Ci ha raccontato dei semini che mangia, delle zampette che la sostengono sul trespolo, della cresta che se è rossa vuol dire che sta bene. I bambini hanno fatto tante domande, per esempio: perché se ha le ali non vola? Quando fa l’uovo? Dove vive? E allora tutti in classe a scoprire con le maestre le risposte…. Che bellissima sorpresa! Grazie Sofia che c’è l’hai portata con il tuo papà!!!!

Buona festa, mamma!

“Tu sei le mie radici
L’inizio della mia storia
I miei ricordi felici
Tu sei la mia memoria

Sei il mio solido tronco
Alto, forte e robusto
Un appoggio se sono stanco
Una guida verso il giusto

Tu sei lunghissimi rami
Verso il cielo rivolti
Ti sento se mi chiami
Se io parlo, tu mi ascolti

Sei albero maestoso
Sei casa e sei riparo
Sei cuore generoso
Sei il tesoro a me più caro.”

Auguri mamma!!!

Stina è la bimba che, in vacanza dal nonno, prova ad affrontare una tempesta da sola…

Oggi abbiamo drammatizzato la storia di Stina, una bimba che, in vacanza dal nonno in una casa sul mare, ha provato ad affrontare una tempesta da sola…Il nonno trovandola impaurita, le ha dato gli strumenti per stare fuori con quel tempaccio : mantella, cappello e stivali e insieme la paura si è trasformata in una bella avventura…ha trovato anche un tesoro portato dal mare: una scatola dove mettere tutti i suoi giochi!

Allora il nonno le ha insegnato che una tempesta non si affronta da soli ma insieme, e con amici fidati.
Le ha poi raccontato la vera storia di Gesù, che trovatosi un giorno sulla barca nel mare in tempesta con gli apostoli, ha calmato le acque, perché Dio può tutto. Da allora gli amici di Gesù si fidarono di Lui e della sua grandezza. Anche noi abbiamo tanti amici, con cui possiamo vincere le nostre paure, tristezze o fatiche: in compagnia con mamma papà , nonni, amici di classe e maestre, ma soprattutto con il nostro più grande Amico Gesù, possiamo affrontare anche le difficoltà e aiutarci a trovare gli strumenti giusti …e poi chissà anche il tesoro preparato per noi!
In Quaresima teniamo nel cuore Stina e il racconto del suo nonno, che regalo meraviglioso ci hanno fatto oggi le maestre!!!!

 

Che sfida le nostre Olimpiadi di carnevale!

Anche i nostri bimbi hanno vinto le loro Olimpiadi invernali! Dopo essersi ‘sfidati’ saltando nei cerchi, rimanendo in equilibrio sulle panche e chi più ne ha più ne metta… tutti in gara ai fornelli!!! Che biscotti squisiti e che forme perfette!

E poi medaglia e podio per tutti!!!

 

Anche noi abbiamo pregato con Papa Francesco per la pace

Anche i nostri bimbi mercoledì 2 marzo, proprio come aveva chiesto Papa Francesco, hanno pregato per la pace in Ucraina unendosi a quel ‘grido’ silenzioso, ma potentissimo, per far cessare la guerra. Subito dopo le maestre e la direttrice hanno consegnato a don Igor, parroco della Comunità ucraina in Italia, tutto il cibo e le medicine raccolte nei giorni precedenti.